Le Creme più Efficaci Contro le Macchie Solari [guida con INCI]

di Giorgia Tizzoni

Il sole è un toccasana per il corpo, migliora la circolazione, combatte gli stati depressivi e aiuta l'ossificazione. Ma non è tutto oro quel che luccica e l'azione dei raggi solari sulla pelle non è sempre indicata.

Spesso ho avuto delle amiche che si sono lamentate dell'invecchiamento cutaneo o delle inestetiche macchie solari pur giurando di non essere amanti della tintarella.

Con il tempo ho scoperto che il loro "sempre" in realtà si riferiva all'esposizione diretta, ossia all'uso di protezione solo quando si concedevano una giornata al mare o in piscina.

Le creme solari antimacchie sono prodotti che dovrebbero far parte della skin care di tutti i giorni; proteggono la pelle nell'immediato ed evitano le macchie scure nel tempo.

Grazie alla mia esperienza e alla ricerca, oggi posso proporti una selezione di quelle che considero le migliori creme per macchie solari proposte dal mercato e che ritengo utili in diverse occasioni.

RISULTATI DELLA MIA RICERCA PER "CREME MACCHIE SOLARI"

  • Miglior prodotto (secondo me): Algamaris Latte solare FPS 50 certificato bio a 28,00 €
  • Prodotti analizzati: 84
  • Prodotti recensiti: 5
  • Prezzo medio per Creme Macchie Solari (su 84 prodotti): 20,51 €
  • Prodotti scontati: 3
  • Sconto medio: 7,00 €
  • Il mio consiglio: soffri di lentigo solari (macchie solari) su viso, spalle, décolleté o mani? No problem… è il risultato di troppa melanina. La soluzione? Scegli una crema per macchie solari con almeno SPF 30, INCI naturale e filtri fisici (Bisethylhexyloxyphenol methoxyphenyl triazine, Diethylamino hydroxybenzoyl hexyl benzoate, MBBT, Octocrylene, Ossidi di titanio, Zinco, Argille, Caolini). Evita assolutamente: filtri minerali nano, Vitamina A, Retinolo, Acido retinoico, Retinil acetato o Retinil palmitato.

Menu contenuti

A cosa servono le creme contro le macchie solari?

Se dipendesse da me renderei questi prodotti obbligatori per legge, perché sono i migliori amici della nostra pelle. Le creme antimacchia sono ideate per offrire protezione dai raggi UV emessi dal sole, ossia UVC, UVB e UVA.

Per nostra fortuna non dobbiamo preoccuparci degli UVC che vengono bloccati dallo strato di ozono, ma UVB e UVA meritano tutta la nostra attenzione: i primi rappresentano il 5% dei raggi solari e sono trattenuti da strati di nubi o superfici in vetro, mentre gli UVA (che sono il 95% delle emissioni solari), sono quelli più pericolosi.

Infatti, i raggi UVA non vengono trattenuti e colpiscono direttamente la pelle riuscendo a penetrare in profondità fino al derma dove danneggiano le cellule e possono dare vita, nei casi più gravi, a tumori della pelle.

Le creme antimacchie sono utili proprio perché consentono di proteggere la pelle esposta sempre al sole come quella del viso, prevenendo la formazione di macchie e garantendo una salute più longeva alla cute.

Recensioni creme antimacchia

#1 - voto 99/100

Algamaris Latte solare FPS 50 certificato bio

di Algamaris

Questa crema solare antimacchie vanta un INCI completamente naturale arricchito con estratti di alga gorria. È un prodotto con filtro minerale a base di ossido di zinco e titanio non nanizzati, cosa che ne impedisce il passaggio attraverso l'epidermide.

Già questo lo renderebbe un buonissimo prodotto, ma ha anche la certificazione biologica nel suo curriculum.

È studiato per tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili, e ha un'azione ad ampio spettro, ossia protegge dai raggi UVB e dagli UVA.

Pur essendo a composizione minerale, è piuttosto comodo da spalmare, anche se può lasciare un po' di alone biancastro sulla pelle.

Un altro vantaggio di questo prodotto Algamaris è la sua elevata resistenza all'acqua e al sudore: l'ho usato una giornata intera in spiaggia e non c'è stato bagno capace di rimuoverlo.

Il flacone è da 100 ml e dura davvero molto a lungo.

Con tutti questi vantaggi mi perdonerete se non ho proprio fatto caso al prezzo, un po' più alto della media, ma del resto lo sono anche le qualità di questa crema!

28,00 €
Vedilo su Amazon
#2 - voto 98/100
Oggi risparmi 7,00 €

Nivea Cellular Luminous630 Anti Macchie Spf50

di Beiersdorf
25,00 € -26% 18,00 €
Vedilo su Amazon
#3 - voto 98/100

ISDIN Fotoprotector Fusion Water Color SPF 50

di ISDIN

Si tratta di un prodotto che consiglio per utilizzi specifici, cosa intendo?

Questa crema della ISDIN si compone sia di filtri chimici che fisici, che la rendono non sempre idonea per pelli ipersensibili; in particolare il Polymethyl Methacrylate contenuto può causare qualche arrossamento agli incarnati più delicati.

Allora perché lo recensisco?

Compensa qualche difetto di formulazione con altre peculiarità come la leggera colorazione che aiuta a uniformare l'incarnato del viso ed è studiata per mantenere la pelle fresca, con il risultato di poter svolgere senza problema il ruolo di prodotto tutto-in-uno per chi vuole evitare fondotinta e crema idratante.

L'SPF 50 garantisce la massima tranquillità e la sua formula oil free è considerata "amica del mare".

La scelta di combinare filtri chimici e minerali, inoltre, lo rende molto leggero sul viso e facilissimo da applicare.

Non lo consiglierei per delle vacanze alle Maldive, ma credo sia molto valido per chi si trova in città e vuole comunque prendersi cura della propria pelle quotidianamente sostituendo altri prodotti.

27,00 €
Vedilo su Amazon
Leggi anche:
#4 - voto 97/100
Oggi risparmi 10,00 €

Rilastil D-Clar Crema Viso Fluida Depigmentante

di Rilastil
32,00 € -29% 22,00 €
Vedilo su Amazon
#5 - voto 97/100

Bioderma Photoderm Max Protezione Solare SPF 50 - 40 ml

di Bioderma

Bioderma realizza sempre ottimi prodotti e questa protezione solare antimacchie non fa eccezione.

Si tratta di un prodotto con filtri puramente chimici... sì, avete letto bene, ma si tratta di filtri di ultima generazione che promettono davvero di essere validi.

Nell'INCI troviamo:

  • l'Octocrylene (un filtro chimico molto utilizzato ma che è biodegradabile e quindi nel tempo perde efficacia rendendo inutilizzabile una crema scaduta),
  • l'MBBT (un filtro ad ampio spettro che previene specificatamente la formazione di macchie)
  • il Butyl Methoxydibenzoylmethane (un terzo filtro quasi impronunciabile che però è stato molto studiato ed è tutt'oggi considerato totalmente sicuro).

Questa crema viene spesso consigliata dai dermatologi anche per applicazioni locali sui nei proprio per la sua formula iperprotettiva ma non aggressiva che contiene anche ingredienti naturali come la vitamina E, per contrastare l'invecchiamento cellulare, e l'olio di semi di cardamomo, lenitivo e antisettico.

Segnalo anche che questa crema è disponibile in un doppio formato: senza colorazione o con una colorazione molto delicata che aiuta a uniformare il colore della pelle.

In ogni caso la sua texture ha un effetto opacizzante che la rende ideale anche per le pelli grasse.

23,00 €
Vedilo su Amazon
#6 - voto 97/100

Korff Sun Secret Fluido Viso Antimacchie SPF50

di KORFF
19,00 €
Vedilo su Amazon
#7 - voto 96/100

Rilastil Sun System Crema Velluta Idratante Viso

di Rilastil

Motivi per utilizzare questo prodotto ce ne sono tanti: è italiano e già parte bene, è molto comodo da applicare e contiene un lungo elenco di prodotti naturali ideali per il benessere della pelle che lo fanno sembrare più una crema idratante che non una vera e propria protezione.

Per riconoscere i suoi ingredienti naturali ti basterà leggere l'INCI e scoprire che contiene, tra gli altri, burro di karitè, estratto di artemisia e vitamina E.

E i filtri? Ci sono e sono chimici di ultimissima generazione e comprendono l'MBBT che è ad ampio spettro e protegge da UVB e UVA e, soprattutto, l'Escalol un filtro che promette di essere straordinario per via della sua elevata capacità di protezione e la durata nel tempo.

Ma la rivoluzione di questa crema è data dal Butyl methoxydibenzoylmethane (noto come Avobenzone), il filtro chimico più utilizzato al mondo e quello più apprezzato dai dermatologi.

Un difetto deve pur averlo, no?

L'Avobenzone è fotosensibile, ossia perde efficacia quando è esposto alla luce, cosa che richiede un'applicazione del prodotto almeno ogni due ore, un problema che si può sopportare vista la buona resa.

17,00 €
Vedilo su Amazon
#8 - voto 95/100

Clairial Spf50+ Lum Visible 50 Ml

di Laboratoires Svr

Lo dico subito, questo prodotto non ha nemmeno l'ombra di filtri minerali e non lo possiamo considerare un biologico a causa del suo INCI: allora perché te ne parlo?

Cominciamo dai filtri che sono il Bisethylhexyloxyphenol methoxyphenyl triazine e il Diethylamino hydroxybenzoyl hexyl benzoate, entrambi ottimi e ad ampio spettro, garantiti da recenti studi, considerati sicuri e molto efficaci.

Alcune ricerche hanno dimostrato anche che esercitano un basso impatto ambientale e questo, personalmente, lo apprezzo molto.

La capacità idratante di questa crema è ottima e mi sento di classificarla tra i prodotti due-in-uno che non richiedono l'applicazione di un altro prodotto prima dell'applicazione.

Quello che però ha permesso a Lum Visible di essere in questa classifica è la presenza del 5,6% di Beta carotene, estratto di Plankton ed Ethylhexyl ferulate che insieme rappresentano un complesso depigmentante capace non solo di prevenire le macchie solari ma anche di riparare quelle in formazione.

In pratica è un prodotto capace di ravvivare l'incarnato e proteggere la cute al tempo stesso, uniformandone l'aspetto.

Se ancora non sei convinta sappi che ha un elevato tasso di tollerabilità che lo rende perfetto anche per le pelli più sensibili.

23,00 €
Vedilo su Amazon
#9 - voto 90/100

Bella Aurora, Protettore Solare Anti-Macchie SPF50, Crema Solare Anti-Macchie, Crema Solare Viso, Protezione Solare, 50ml (Pelli Mista-Grassa)

di Bella Aurora Labs
22,00 €
Vedilo su Amazon
#10 - voto 90/100
Oggi risparmi 4,00 €

Angstrom Protect Crema Solare Viso, Protezione viso 50+ con Azione Ultra Idratante, Nutriente e Duratura, Indicata per Pelli Sensibili, 50 ml

di Perrigo Italia
15,00 € -28% 11,00 €
Vedilo su Amazon

Come scegliere una crema antimacchie

I fattori che reputo imprescindibili per la scelta di un buon prodotto sono:

  • il tipo di filtro che deve essere fisico (anche se ci sono filtri chimici piuttosto validi in virtù della loro composizione naturale)
  • l'SPF che non deve mai scendere sotto il 30 in modo da proteggere efficacemente la pelle
  • l'INCI che deve preferire ingredienti naturali e amici della pelle.

Sebbene le protezioni antimacchie possano avere prezzi elevati, ho cercato di mantenermi su prodotti adatti a tutti i portafogli, anche se credo che non sia questo il campo migliore nel quale risparmiare, vista l'importanza della pelle per la nostra salute (e anche per l'estetica).

Un altro fattore che può essere importante è la resistenza all'acqua e al sudore: le creme per macchie solari vanno applicate ogni giorno anche solo quando si decide di fare una passeggiata e, in questo caso, la resistenza all'acqua può essere trascurabile.

Ma se fa molto caldo o prevedi un tuffo in mare o in piscina, allora è bene ricordarsi di spalmare nuovamente la crema sulla pelle asciutta (anche se si tratta di un prodotto resistente!).

Quali tipi di creme antimacchie solari esistono?

Esistono tantissimi tipi di prodotti creati per proteggere la pelle del viso, ma per praticità li possiamo dividere in creme senza SPF e creme con SPF.

Per la mia esperienza, posso dire che le creme senza SPF sono poco utili, almeno nel periodo estivo, perché non forniscono una protezione vera e propria dall'azione dei raggi solari, ma sono soltanto un blando ripiego.

Le creme con SPF, invece, sono sicuramente da preferire, ma con delle accortezze: il fattore di protezione riportato sulle confezioni si riferisce ai soli UVB (anche se l'attuale normativa europea prevede che tutte le creme solari garantiscano anche una protezione minima del 30% dagli UVA).

Una volta stabilito che un SPF è preferibile, possiamo dividere le protezioni solari anche in base alla composizione in creme con filtro chimico o fisico.

Quale SPF scegliere?

Con la salute della pelle non si scherza e quindi non si può prescindere da una protezione efficace.

Secondo un studio del 2018 dell'American Cancer Society, il fattore di protezione minimo con il quale esporsi al sole è il 30%. Non fate quelle facce!

Lo studio ha dimostrato che con un SPF 30 correttamente distribuito è possibile bloccare quasi il 97% dei raggi UVB. Potete scegliere prodotti anche con protezioni minori, ma tenete a mente che sarete comunque esposte ad arrossamenti e danni cellulari.

Filtro chimico o fisico?

Per me, fisico tutta la vita!

I filtri chimici contengono molecole fotosensibili che catturano l'energia solare e la trasformano in un altro tipo di energia, il calore. Se mentre sei intenta a prendere la tintarella, ti accorgi che la pelle scotta, è probabile che sia un effetto del filtro chimico e le conseguenze nel lungo periodo sono facilmente immaginabili: disidratazione e "cottura" degli strati superficiali.

Inoltre i filtri chimici hanno maggiore probabilità di penetrare i tessuti e di entrare nella circolazione sanguigna.

L'unico vantaggio che sento di riconoscergli è quello pratico: sono infatti molto comodi da applicare, si assorbono velocemente e non lasciano aloni sulla pelle.

E i filtri fisici (o minerali)?

I filtri fisici sono realizzati con molecole naturali come gli ossidi di titanio e zinco oppure con argille e caolini che, invece di reagire agli UVB generando calore, si limitano a respingerli.

Sfortunatamente, la loro composizione li rende meno facili da spalmare e con la tendenza a lasciare aloni bianchi sulla pelle.

Vanno inoltre evitati i filtri minerali che contengono la dicitura "nano", perché non garantiscono la dimensione delle particelle e se queste sono troppo micronizzate possono penetrare lo strato cutaneo.

I filtri chimici sono tutti da evitare?

Certamente no. La ricerca ha permesso di sviluppare filtri chimici molto sicuri e con straordinari poteri protettivi.

Interpretare correttamente gli INCI non è semplice, ma se leggi tra gli ingredienti Bisethylhexyloxyphenol methoxyphenyl triazine, Diethylamino hydroxybenzoyl hexyl benzoate, MBBT o Octocrylene (solo per fare alcuni esempi), allora puoi stare più che tranquilla.

Tabella confronto prezzo-contenuto TOP3

ProdottoMarcaPrezzoContenuto
Algamaris Latte solare FPS 50 certificato bioAlgamaris28,00 €80 gr
Nivea Cellular Luminous630 Anti Macchie Spf50Beiersdorf18,00 €
ISDIN Fotoprotector Fusion Water Color SPF 50ISDIN27,00 €50 ml

Ingredienti da evitare

La pelle rappresenta il più esteso organo del corpo umano, deputata allo scambio continuo tra interno ed esterno: la sua protezione garantisce buona salute a tutto il corpo. Allora perché cospargere questo alleato della salute con prodotti contenenti sostanze dannose?

Da evitare senza indugio prodotti che contengono parabeni o siliconi.

Maggiori sono gli ingredienti naturali dell'INCI meglio si parte, ma attenzione perché non sempre "naturale" significa adatto.

Molte creme solari utilizzano la vitamina A (o retinolo) come conservante, ma uno studio dell'FDA del 2018 ha dimostrato che questo elemento esposto al sole aumenta il rischio di lesioni cutanee e favorisce lo sviluppo di tumori.

Quando trovate Vitamina A, Retinolo, Acido retinoico, Retinil acetato o Retinil palmitato tra gli ingredienti di una crema solare, passate oltre!

Perché si creano le macchie solari?

Esistono diversi tipi di macchie che hanno in comune una non corretta esposizione al sole.

Quando gli UV raggiungono la pelle, stimolano una produzione eccessiva di melanina (la molecola che colora e protegge la superficie cutanea), che si accumula nel tessuto e dà origine a una lentigio, detta generalmente macchia solare.

Come detto, il sole ne è il principale responsabile e non a caso le lentigio tendono a formarsi nelle zone più esposte come dorso delle mani, decolté e viso.

La loro comparsa avviene principalmente dopo i 40 anni ma, oltre ai raggi UV, sono molti i fattori che possono influire come la predisposizione genetica o l'uso della pillola anticoncezionale.

Le lentigio si presentano quasi sempre con un colore più intenso che va dal rosa scuro al bruno, non hanno spessore e non destano preoccupazione per la salute.

Le tipologie di macchie solari

Oltre alle lentigio, ci sono poi altre alterazioni che hanno origine comune ma si manifestano in maniera differente come le melassi.

A differenza delle lentigio, le melassi sono più chiare e compaiono nelle regioni del viso (fronte, zigomi e labbro superiore) colpendo le pelli scure e tendono a una colorazione tra il biancastro e il grigio. Spesso si riassorbono nel giro di 3 o 4 anni, ma ricompaiono se la pelle viene esposta al sole.

Un altro tipo di "macchia solare" è la cheratosi seborroica che si manifesta, tra i 50 e i 60 anni, come lesione di una lentigio e che tende a inspessirsi. Anche le cheratosi non sono pericolose ma rappresentano un fastidioso inestetismo.

Come si trattano le macchie solari?

Crioterapia, laserterapia, diatermocoagulatore, dermoabrasione e peeling: queste le diverse terapie che eliminano le macchie solari, tra le quali la più usata è il peeling.

Peeling: la pelle viene trattata con l’applicazione di sostanze esfolianti sulle singole lentigio al fine di eliminare la macchia stimolando al contempo la rigenerazione della cute.

I prodotti usati sono acidi e questo può provocare una sensazione di bruciore e un conseguente arrossamento che scompare nel giro di alcuni giorni. Per questo trattamento si utilizza generalmente l'acido tricloracetico, ma sono validi anche l'acido glicolico, l'acido retinoico e l'acido piruvico.

Altro trattamento valido è la crioterapia, realizzata con azoto liquido, un gas raffreddato a -196 °C che si applica localmente e che genera una vera ustione da freddo seguita da rossore e da una bollicina (a volte anche da piccole crosticine). Una volta che la pelle si rigenera completamente, nel giro di una decina di giorni, le macchie non sono più visibili.

La crioterapia è efficace anche nel caso di cheratosi seborroiche.

Anche la laserterapia è spesso utilizzata per rimuovere le lentigio e oggi può avvenire con due diversi tipi di trattamento:

  • laser Q-swiched con raggi concentrati per pochissimi secondi;
  • laser CO2 che agisce sull'acqua contenuta nelle cellule vaporizzandola e "bruciando" il tessuto.

Se le lentigio da trattare (o le cheratosi) sono più grandi di un centimetro potrebbero essere necessari più trattamenti.

Simile al trattamento con laser è il diatermocoagulatore, un bisturi elettrico che emette onde radio agendo sull'acqua contenuta nelle cellule per eliminare gli inestetismi. È un trattamento più invasivo dei precedenti e richiede un'anestesia locale; la pelle apparirà arrossata ed eritematosa per un paio di giorni.

Meno usata è la dermoabrasione, un trattamento di rimozione meccanica che leviga la pelle uniformandola. Si utilizza soprattutto per i danni da acne ma può essere utile anche nel caso di cheratosi importanti.

Curare o prevenire?

La prevenzione è senza dubbio il miglior modo per prendersi cura della pelle e non sarò certo io a smentire il vecchio detto "prevenire è meglio che curare"!

In commercio esistono creme solari ideali per l'uso quotidiano, che hanno lo scopo di prevenire la formazione delle macchie, proteggendo sia dai raggi UVB che colpiscono la superficie cutanea, sia dagli UVA che invece penetrano gli strati fino a raggiungere il derma e danneggiano la pelle.

Se ormai il danno è fatto, è possibile rimediare anche senza ricorrere a trattamenti medici utilizzando specifiche creme schiarenti.

Chiariamolo subito: non sono miracolose e nemmeno immediate, ma possono aiutare a risolvere alcuni piccoli problemi.

Come agiscono?

Utilizzano composti a base di resorcinolo o acido glicirretico da applicare quotidianamente, che schiariscono le macchie (ma non le rimuovono!) rendendole meno evidenti.

I primi risultati si possono vedere già dopo tre o quattro settimane di trattamento, ma perché siano evidenti occorrono tempi più lunghi e un impegno costante. Hanno però il vantaggio di essere facilmente reperibili a prezzi modici.

Con una prescrizione medica esistono anche prodotti a base di idrochinone, uno schiarente più concentrato usato da diverso tempo in dermatologia per la cura di questo tipo di inestetismi.

In conclusione

Le creme antimacchie sono ottimi prodotti per uso quotidiano, ma proprio per via del loro utilizzo frequente è importante scegliere quelle più adatte.

I filtri minerali sono sempre preferibili, ma non vanno demonizzati quelli chimici di ultima generazione e ad ampio spettro.

Il fattore idratante è importante perché permette di utilizzare un unico prodotto e quindi alleggerire la pelle, ma è bene tenere presente prima di tutto l'SPF che non dovrebbe mai scendere sotto il 30% per garantire una totale tranquillità di utilizzo.

Evitare INCI che contengono siliconi e parabeni in favore di ingredienti naturali è il primo passo verso la cura della pelle.

Disclaimer: partecipiamo al Programma Affiliazione Amazon EU, che ci consente di percepire una piccola commissione pubblicitaria in qualità di Affiliati Amazon per ogni acquisto idoneo

Ti potrebbero interessare